PIOSSASCO - CIMA FREIDOUR - COLLE ARAGNO

(Anello orario con discesa sul pistino Fire + pietraia)


Ottobre 2016

Partenza: Piossasco m. 280

Dislivello:  1600 m

Quota max: 1450 mt
Distanza: 49 km
Difficoltà: BC+/ OC+

Ciclabilità salita: 90%
Ciclabilità discesa: 95%

Asfalto: 60%


Anello orario lungo e faticoso, rampe con percentuale di pendenza molto alta e portage di 150 metri di dsl. per raggiungere la cima.

La discesa è inizialmente immersa nel bosco con poche difficoltà tecniche se non le foglie che nascondono la traccia, in seguito ci si aggancia sul classico e conosciuto pistino dei Morelli (Fire) e poi sulla pietraia tecnica.

 

Da Piossasco, zona centrale elettrica, lungo tratto di ciclabile in direzione Pinerolo  e la si segue sino a raggiungere Frossasco e poi Cantalupa.

Poco prima di Cantalupa, all’altezza del cimitero, si svolta a sinistra su  rampe dure, al primo bivio si tiene la destra ed al secondo bivio si svolta a sinistra, finalmente ci si rilassa in falso piano sino a Costagrande, si risale in direzione TALUCCO, da qui e sino al CRO’ armatevi di magnesio e potassio! la salita è molto ripida.

 

Raggiunta la piazzetta del Crò, si prosegue oltre il bar e attraversato il parcheggio si imbocca la strada sterrata  in discesa che diviene subito una lunga salita sino ad arrivare ad un quadrivio (COLLE COLLETTO),  si seguono le indicazioni per cima Freidour passando dapprima per MONTE SETTE CONFINI e subito dopo COLLE SPERINA, da qui occorre caricarsi la bici a spalle per circa 150 metri di dsl. Fino alla cima del Freidour. (m.1451).

 

Per quanto riguarda la discesa occorre inizialmente seguire una traccia appena accennata che va in direzione monte tre denti, si pedala e cammina sul crinale fino a raggiungere (in circa 10 min.) il COLLE ARAGNO, si svolta a sinistra su traccia ripida e si scende nel versante Cumianese, nulla di particolarmente difficile se non le molte foglie autunnali che ingannano coprendo gli ostacoli e la traccia da seguire.

Giunti sulla strada asfaltata nei pressi della borgata RAVERA, si risale brevemente e oltrepassato il RISTORANTE FREIDOUR (ottima sosta per pranzo), dopo circa 1 km -poco dopo il piccolo cimitero- si svolta a sinistra su sterrata per andare ad intercettare il Pistino dei Morelli FIRE che tra salti e sponde divertenti termina in prossimità di CUMIANA sulla sp 193.

 

Se avete ancora gambe e fiato e vi piace il sentiero tecnico non fatevi mancare la chicca di questo anello: dal ponte che incrocia la SP 193 -dove termina il Pistino- si svolta in direzione Giaveno e dopo circa 200 metri lineari si svolta a destra per raggiungere la borgata BERGA che si raggiunge pedalando per poco più di 100 metri di dsl. Si segue la strada bianca, si tralascia il primo bivio fino ad incrociare il sentiero atteso.

Questo sentiero è un brevissimo tratto del percorso DAVID BELTRAND è un susseguirsi di ostacoli e rocce scavate dall’acqua che richiedono un’ottima tecnica, gli amanti del tecnico apprezzeranno, per altri potrebbe essere l’inferno!....fortuna che è breve.

Il sentiero termina alla borgata GUARDIA in concomitanza con una chiesa, si gira a sinistra e in asfalto  si scende in direzione Allivellatori/Piossasco concludendo un anello degno e completo.

 

 

 

Punti d'acqua: Frossasco - Talucco-


Download
Piosssasco-Freidour-ColleAragno.gpx
File GPS eXchange 270.1 KB




Commenti: 0